Giugno 2018

Nel mese di Giugno abbiamo presentato ai nostri sostenitori i dati del Bilancio Sociale 2017, che parlano di un altro ottimo anno, abbiamo condiviso cause sociali come la raccolta fondi per dare più che una mano a Issa, profugo ospitato presso La Grangia di Monluè, e abbiamo condiviso tante buone notizie sul rapporto tra mondo del lavoro e disabilità!

Seguici via Newsletter

3 luglio 2018

La Newsletter è un appuntamento mensile, come un magazine che raggiunge tutti i nostri sostenitori a ogni fine del mese, per informarli sulle attività, le iniziative, gli eventi e le novità de Lo Specchio. Un utile strumento per chi vuole tenersi informato sulla vita di tutti i giorni della Cooperativa!

Potrai sempre modificare la tua e-mail o cancellare la tua iscrizione utilizzando i link presenti in fondo a ogni Newsletter. E, se non vuoi più ricevere la nostra Newsletter mensile, puoi sempre pensare di seguirci tramite Feed RSS o sui nostri canali social Facebook, Twitter e YouTube. Tante opportunità per restare informato!

 

Iscriviti alla Newsletter!

* indicates required



Per saperne di più:

Newsletter

Lettera ai nostri sostenitori

26 giugno 2018

Siamo ormai alla decima edizione del Bilancio Sociale!

Anche se siamo coscienti di essere una piccola cooperativa con un respiro territoriale, pensando alle cose che stiamo facendo e che vorremmo fare nel prossimo futuro, ci piace pensare in grande e alla possibilità di fare ancora di più nei prossimi anni.

Il nostro obiettivo principale è e rimane quello dell’inserimento lavorativo delle persone svantaggiate e con fragilità, che quotidianamente vivono l’esperienza del lavoro in Cooperativa. Questo però non significa porci limiti alla possibilità e necessità di pensare sempre e comunque a nuovi rami d’azienda e a importanti filoni di attività, magari anche maggiormente coinvolgenti e stimolanti.

Per tutto l’anno 2017 abbiamo proseguito la bella esperienza progettuale del Bar Solidale, giunta oramai al suo terzo anno di sperimentazione e che a questo punto necessita di una spinta diversa e di un respiro più ampio, da “vero esercizio commerciale”. Abbiamo pertanto avviato da poco una nuova progettazione che vedrà nei prossimi mesi il lancio di una iniziativa di bar / catering / ristorazione su tutto il nostro territorio e non solo. Questa progettazione vede la collaborazione di numerose realtà del territorio e crediamo che potrà avere il suo giusto compimento e completa operatività nel futuro Borgo del Bene Comune che nascerà dalla riqualificazione della Cascina Monluè.

Anche su quest’ultimo fronte siamo oramai giunti alle battute finali, avendo avuto da parte di tutti gli enti (Comune, Parco Sud, Sovrintendenza…) le autorizzazioni formali per procedere con il progetto. Adesso arriverà la parte più complicata, perché prima di far partire i cantieri per i lavori, si dovranno avviare tutte le iniziative necessarie alla ricerca dei fondi e finanziamenti necessari alla realizzazione di questa importante ristrutturazione che stimiamo possa partire entro la fine del 2018.

Per quanto riguarda più strettamente la vita della Cooperativa, è da sottolineare anche per quest’anno una crescita a due cifre dei ricavi, accompagnata da un aumento del numero di ragazzi con disabilità che a vario titolo accogliamo e lavorano con noi in Cooperativa, nonché un incremento dei volontari che partecipano attivamente al buon funzionamento della nostra organizzazione.

Già nel Bilancio Sociale 2016 avevamo “azzardato” un giudizio sulla percezione che avevamo di una maggiore attenzione da parte di molti alle attività ed iniziative della nostra Cooperativa, alimentata da una continua comunicazione attraverso il sito istituzionale, i profili FacebookYouTubeTwitter oltre che alla Newsletter mensile. Oggi possiamo confermare che quella percezione era corretta, suffragata ad esempio dai numeri legati alla raccolta del 5 per Mille. Ma nel 2017 non hanno avuto lo stesso andamento di crescita che avremmo potuto e voluto aspettarci.

Se al 5 per Mille (su cui è necessario il contributo di tutti per fare una corretta sensibilizzazione dei moltissimi che ancora non raggiungiamo) affianchiamo l’oramai consolidata partecipazione al Gift Matching Program di Unicredit, questo addirittura in leggera contrazione, riteniamo che il numero di sostenitori delle nostre iniziative sia costante ma che si debba fare ancora di più per aumentare la sensibilità di tanti.

Come Consiglio della Cooperativa ci piacerebbe raccogliere una sempre maggiore partecipazione attiva alla vita della nostra organizzazione, ciascuno con la propria sensibilità, capacità e disponibilità. Abbiamo bisogno di tutti, perché è grazie al lavoro di tanti che si possono ottenere grandi ed importanti risultati.

È soprattutto per questo che stiamo pensando, per il prossimo anno, di avviare una nuova entità che si chiamerà “Gli Amici dello Specchio”, in cui raccogliere i tanti sostenitori che per motivi diversi non si sono mai associati alla Cooperativa. Sotto questo “grande cappello” potranno stare tutti, giovani e meno giovani, volontari e simpatizzanti, persone che con diverse modalità potranno sostenere, partecipare e suggerire le iniziative e il lavoro della Cooperativa. Non abbiamo ancora le idee chiare di cosa e come farlo, ma siamo convinti e determinati a farlo. Solo così potremo crescere insieme e avere sempre il sostegno delle persone che ci stanno vicino e che credono in noi e nel lavoro che svolgiamo ogni giorno.

Anche per questo non ci stancheremo mai di ringraziarvi per il sostegno, l’aiuto e l’attenzione che riceviamo.

 

Fabio Piccinini

Firma_FabioPiccinini

 

 

 

Per saperne di più:

Bilancio Sociale

5 x Mille

Sostienici

Contattaci


											

Bilancio sociale della Cooperativa

21 giugno 2018

Il Bilancio Sociale della Cooperativa delinea per l’anno appena trascorso tanti ottimi risultati e anche per quest’anno le prospettive sono promettenti, con dati in costante crescita!

BilancioSociale2017

È online il Bilancio Sociale 2017: ottimi risultati nel 2017
e nuove prospettive promettenti per il 2018!

 

 

Per saperne di più:

Assemblea

Chi Siamo

Statuto

Diamo una mano a Issa (anzi due)

15 giugno 2018

Issa è un giovane proveniente dalla Costa d’Avorio, sposato e padre di una bimba, attualmente ospite della Grangia di Monluè: fuggito dal suo Paese perché minacciato di morte, è arrivato qui in Italia durante l’inverno. Dormendo all’aperto nei pressi della stazione di Bardonecchia ha subito il congelamento delle dita delle mani e così 9 di esse sono state amputate dai medici.

Adesso ha cominciato a lavorare come giardiniere, ma per poter lavorare ha assolutamente bisogno di protesi. Le protesi costano 10 mila euro: metà della spesa riesce a coprirla il progetto SPRAR, mentre l’altra metà è ancora da trovare. Sono tanti i possibili modi attraverso cui si può sostenere la raccolta: facendo una donazione, condividendo la notizia, promuovendo eventi benefici.

I Ciappter Ileven infatti hanno organizzato a sostegno di questa iniziativa un concerto benefico: l’appuntamento è per Domenica 17 Giugno, alle ore 21, presso il Cinema Teatro Delfino.

È stata attivata anche una raccolta fondi online, con cui chiunque può fare la propria piccola o grande donazione per dare un nuovo futuro lavorativo e umano a Issa. Si può donare anche tramite bonifico IBAN IT54L0335901600100000001344 con causale “contributo protesi Issa”.

La nostra missione come Cooperativa è sostenere le fragilità nel mondo del lavoro! Sosteniamo numerosi la raccolta fondi per dare una mano (anzi due) a Issa, così che possa tornare ad avere un futuro lavorativo!

 

 

Per saperne di più:

Raccolta fondi

Locandina

La Grangia di Monluè

Cinema Teatro Delfino

Imbustamento in Cooperativa

12 giugno 2018

 

I lavori della Cooperativa: imbustamento e postalizzazione!

 

Per saperne di più:

Servizi

Clienti

Video

Buone Notizie: “Un catering diverso”

10 giugno 2018

Rimini. Il laboratorio di cucina? Inventato dai disabili

5 Giugno 2018 | Avvenire

«Voglio fare il barista!». L’ha sparata grossa, Giacomo, uno degli ospiti del centro diurno ‘Il Germoglio’ di Rimini. In quella struttura dal 1998 sono accolte persone adulte con disabilità. Ma il desiderio di Giacomo era così vero, umano e impellente che ai coordinatori del centro si è accesa la lampadina. Quel desiderio ha coinvolto altre cinque persone ed è già diventato ben più di una scommessa: ormai è un vero e proprio servizio di aperitivi, servizio bar e servizio di sala servito da camerieri.

Continua a leggere…

 

Per saperne di più:

Rassegna Stampa

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close